Dedicato …

alla mia mamma che mi pensa (inviandomi delle foto)
a chi c’era
a chi non c’era
a chi c’è

andrea e gino

 

 

P.S. cercavo un’altra versione della canzone, ma tra quelle “libere” ho trovato “solo” questa.

Informazioni su Andrea Borruso

Sono un geologo marino e nel 1999 ho iniziato con Antonio D’Argenio la vita da libero professionista nel mondo dei Sistemi Informativi Geografici. Nei primi anni – di tanto studio e di poche fatture – è stato fatale l’incontro con MapServer: il web-mapping e le applicazioni web sono diventati due pezzi importanti della mia professione. Negli ultimi anni mi sono occupato anche di formazione e di recente sono entrato nello strano mondo del telerilevamento di prossimità. Mi piace molto leggere di GIS, informazione geografica, e neogeography, e parlarne con gli amici che incontro spesso al bar dietro al router.

  1. Mi unisco anche io a questa dedica.
    Un abbraccio
    g.

  2. iccudrac

    C’eravamo, ci siamo ancora, il futuro lo desidero roseo per tutti noi (compresa mia madre che non appena vedrà questa pagina mi farà la lacrimuccia).

  3. Io penso e sento che il nostro presente é roseo anche perché quelli che c’erano, quelli che non c’erano e quelli che ci siamo persone semplici.a

  4. Ale, ma Mirella ci legge???

    Mitico!!

    Baci e abbracci alla mamma di ale 🙂

  5. Si Mirella ci legge e si commuove. Me l’ho detto lei personalmente e sin dal primo giorno. Potrebbe anche darci un segno.

    Mirella smuoviti un po’!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: