Uno sguardo dal ponte…

La Pasqua è appena trascorsa e con essa la scia di odori fatti di tegami di pasta, carne arrostita e idrocarburi delle marmitte.
Ho attraversato la Favorita per tornare a casa e con essa il formicaio umano di esseri indaffarati nel trovare una loro collocazione in spazi che non possono più contenere ma solo collassare.
Così, come immigrati nella nostra stessa di terra, ci muoviamo fra le fatiche di ogni giorno, non più in cerca di piccole speranze, ma con la soddisfazione dell’effimero adeguandoci all’inadeguato, senza il gusto, né il sapore del cibo per palati ormai smaliziati, senza l’udito soffocato da timpani corrosi, senza l’olfatto perso per ormai centenario inutilizzo. E più la realtà delle cose abbaia contro la nostra condizione di una ben misera vita (a tutti i livelli sociali ed economici, si badi bene), più la coscienza mediatica ci invita a riscoprire i piaceri della natura in agriturismi o fra gli esclusivi casali di benestanti mal riusciti.

Meglio, molto meglio, uno sguardo dal ponte in un giorno qualunque.

Informazioni su Avv. Gerlando Gibilaro

Avvocato - esercita presso la Corte di Appello di Palermo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: