Per la tangente della Sicilia (delirando)

 

dscn11.jpg
                                                                                   (foto di Enrico Spedale)
Quanta disperazione ha indotto l’autore di questa provocazione? Disoccupazione è una parola che non dice quanto dovrebbe dire. Essere estromessi dal meccanismo lavorativo cela una violenza tremenda: il non riconoscimento di te come individuo. Apparati economici rappresentati dai settori del terziario, del secondario e del primario, diventano concetti astratti e parole simili a quelle pronunciate nei salotti cinici dei ricchi borghesi che dicono di essere di sinistra: di sinistra? Un emerito e venerando cazzo… che ovviamente non potrà che andare a finire nel solito posto: nel tuo…

Un manifesto di disperazione che ha come carnefici tutti: quindi nessuno? No! Dobbiamo fare nomi e cognomi. In primis, il Presidente della Regione Totò Cuffaro; espressione di quel modo di fare politica di cui la mafia si nutre, “pasciandosi” nell’incolumità delle collusioni laterali di tutti i tessuti sociali. Ma non darei tutta la colpa al vasa-vasa. E sono stanco di fare sociologia.

Nessuno ha mai considerato quale fattore esponenziale dei malesseri sociali – nonché come causa – la stupidità. In Sicilia, essa mi sembra dilagante più di quanto non si creda; perdonatemi la digressione: ma in quale nazione, stato, regione, il popolo coltiva la propria tradizione cantora prendendo in prestito il dialetto di un’altra regione? Nel mio modo contorto e strano di ragionare, quando vedo passare la “classica” auto pacchiana con le sospensioni ribassate, le luci fluorescenti blu, ma, soprattutto, con lo stereo a tutto volume con l’ennesimo Gianni Celeste, Mario Merola, ecc., oltre a ridere, mi verrebbe da gridare al conducente: COGLIONE!!! Ed ecco perché la mafia esiste ed esisterà sempre in Sicilia: per l’assenza di senso estetico nel suo popolo.

Perdonatemi, ma, sappiatelo sempre, e scolpitevelo nel vostro cervello, che la mancanza di estetica nasconde alla base sempre – e dico sempre – la mancanza di etica.

Questo è il motivo del mio ateismo sociale e religioso. Chi dice infatti che il mondo è bello, o è in malafede o è cretino. Se esistesse un Dio che ha fatto questo mondo – in particolar modo i siciliani – dovrebbe incominciare a cercare un bravissimo avvocato: magari di quelli del Diavolo.

Un delirio… un vero e proprio delirio: si lo so! Mi faccio prendere; e me ne vado per “tangente”, o per le fermate degli autobus a fare fotografie.

Un Commento

  1. Se vedi “passare la “classica” auto pacchiana con le sospensioni ribassate, le luci fluorescenti blu, ma, soprattutto, con lo stereo a tutto volume con l’ennesimo Gianni Celeste, Mario Merola, ecc.,” e poi gli gridi “COGLIONE”, come minimo quello scende con il suo crik fluorescente e con i lead luminosi e te lo scolpisce nel cervello.
    Ed esteticamente, non è bello… non è etico…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: