Buona guida

 

escn3419.jpg (fotografia di Enrico Spedale)

Non è un caso che agosto sia per molti la vera fine dell’anno, così come non è un caso che il nuovo anno scolastico cominci sempre a settembre.

Tra qualche giorno arriverà il mese che, oltre ad ospitare il giorno dell’equinozio d’autunno (22/23 settembre), sancirà ufficialmente l’uscita dal tempo sacro della festa estiva e l’ingresso in quello profano del lavoro. La notoria melanconia settembrina, che tanta poesia ha ispirato, di sicuro diventerà una valida causa per fare bilanci, per tirare le somme e vedere quanta strada si è fatta e quanta ve ne sarà ancora da percorrere; ma anche quanto carburante è rimasto, quanto olio, quanto liquido refrigerante consentiranno di avanzare senza troppi problemi.

Poi vi sono le gomme: converrà cambiarle o, se se si procederà alla stessa andatura, sarà possibile mantenere la strada? Insomma, ognuno farà sempre i suoi calcoli, tenendo ben presente tutti gli ostacoli che potrà incontrare: dagli autovelox alle chilometriche file di automobili negli ingorghi, per non parlare di tutti quei bastardi che prima o poi ci taglieranno la strada.

Buona guida, ma non fidatevi troppo dei bollettini di Onda Verde.

  1. Caro fango,
    ogni lettura può avere diverse interpretazioni. Io nel tuo post ci vedo un augurio. Buon inizio anno, anzi “Buon inizio anno insieme”.

    Certo da quando hai dato dell’agrigentino a Gerlando,
    siamo rimasti solo noi due nel Blog; prima o poi ti perdonerà.

    Sto diventando come te: in un modo, o in un altro parlo sempre di “j”.

    Buona guida anche a te

  2. Enrico,ricordando anche il “chiuso per ferie”,penso che Agosto sia la fine dell’anno nel senso che faciamo dei bilanci e si pensa di cambiare qualcosa.In Agosto,ed io sono del tuto contraria, tutti vanno in ferie o meglio stanno tutti insieme in famiglia ,tentando di riposarsi,di andare a mare,etccc…….E questo stare senzi impegni di lavoro e con le contraddizioni che inevitabilmente scoppiano ci spinge ad occuparci della strada che dobbiamo percorrere , inevitabilemente solo con la macchina.Io vorrei non guidare….

  3. fangospaziale (Enrico Spedale)

    Carissima mafalduccia, anch’io vorrei, come te, non guidare e vivere in una città con infrastrutture reali e non ipotetiche come quelle presenti nei discorsi dei politicanti che ci governano: una città che non mi faccia ricordare che vivo in Nordafrica (anche questo è un bilancio).
    Ho scritto questi due post, perché da un quattro anni a questa parte, ad agosto, mi barrico in casa di giorno, per poi vagare come un vampiro di notte, per godermi quella aristocraticità di Palermo che soltanto la diminuzione numerica dei suoi abitanti sa conferire a questa città.

  4. fangospaziale (Enrico Spedale)

    Ehi, iomenenadrei a complottare insieme a te contro Gerlando… Che ne dici? Se “esce” la pistola… noi “usciamo”… Beh, lasciamo perdere… Ci sono delle signore in questo Blog…

  5. ma io parlavo un po’,come si dice, per metafora.La strada che intendevo è quella del nostro personale vivere ….. ma preferiamo quella che si percorre solo e sempre con la macchina.
    Io ,sempre per metafora,vorrei essere guidata di tanto in tanto….a piccoli passi.
    NOTA:se è per me io non sono signora…..

  6. fangospaziale (Enrico Spedale)

    Si… Ne ho approfittato per parlare anche della Sicilia , in accordo con l’altro mio post “Per la tangente della Sicilia”…
    Io, personalmente, non credo alle guide, di qualsiasi genere possano essere.

    Nota: Per me la galanteria è un vezzo a cui non so rinunciare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: