Un libro: Il cadavere impossibile

Josè Pablo Feimann
Il cadavere impossibile
Marcos y Marcos
Traduzione di Anna Devoto

il_cadavere_impossibile

De Il cadavere impossibile di Josè Pablo Feinmann, lo stesso autore scrive che “… è un esercizio di incrocio dei generi. Un romanzo poliziesco, un romanzo di carceri femminili. Un teleromanzo. Un romanzo del terrore. Un romanzo gotico. Un romanzo per bambini. Soprattutto per bambine. Perché si tratta di un romanzo di bambole….”.

Dalle prime pagine è chiaro che sarà un romanzo a base di sangue: Anna la piccola protagonista si distingue immediatamente per l’efferatezza con cui uccide la madre ed il suo amante e che la conduce ad essere reclusa in un carcere femminile, un luogo in cui le porte sono separatori di mondi. Alcune celano le celle delle recluse, altre dei piccoli paradisi come la stanza del capocarceriere Elsa Castelli, che ha anche la televisione, altre ancora corridoi labirintici di parti dimenticate del carcere e riscoperte dalla piccola protagonista.

I mondi si parlano ed Anna inizia a frequentare le stanze di Elsa. Nasce un rapporto di affetto tra la bambina che crede di aver ritrovato la madre, data la straordinaria somiglianza tra le due donne, ed Elsa che tanto si dimostra crudele con le altre recluse quanto diventa tenera con la piccola protagonista. “L’amore è più forte della morte”, una frase detta nel teleromanzo che stanno seguendo e che diventa il filo conduttore del precipitare degli eventi, quando anche i corridoi bui non usati da tempo iniziano a far parte della storia.

Così mentre Anna, una piccola dottoressa Frankeistein, realizza, in un piccolo atelier realizzato per lei da Elisa, delle bambole con pezzi di altre in modo così perfetto da farle sembrare delle bambine, il sangue scandisce il tempo della narrazione e un susseguirsi di delitti sconvolgono l’ordinaria quotidianità di crudeltà del carcere.

  1. Ciao Valeria, colgo l’occasione per darti il benvenuto su il Grande CoComero.
    Ho letto il tuo articolo e volevo chiederti cosa ne pensi di questo libro e dell’autore (se, ad esempio, hai letto dell’altro) e se questo “esercizio” di incorcio di generi è ben fatto, se funziona (o ci troviamo innanzi ad un Follett della pampa).
    Infatti, di Feinmann ho “L’ombra di Heidegger”, ma ancora non sono riuscito a leggerlo.
    Non so se è un caso (o se è frutto di una latente e preconcetta antipatia per lo scrittore argentino), quindi volevo cogliere l’occasione per avere un tuo giudizio in merito.
    Grazie e a presto.

  2. Non ho mai letto nulla di questo autore e penso che un motivo divertente per farlo potrebbe essere quello di aprire uno scambio di opinioni sulla trama, sullo stile e tutto quello che concerne il libro in questione (ma ovviamente la cosa si può estendere a qualsiasi altro libro o forma d’arte).
    Cosa c’è di più affascinante che discutere animatamente
    su di un meraviglioso/bello/discreto/brutto/deludente/terrificante libro?? Con la tragica differenza che quando mi parlano bene di un libro che io reputo a dir poco inutile (e l’ho pure letto!!!) mi esagito perchè non riesco a capire (in realtà capisco benissimo ed è proprio per questo che mi esagito).
    Affascinante perchè è anche un bel modo per parlare di noi stessi (anche se magari vogliamo fare i tenebrosi)
    Un benvenuto di cuore, amica mia.

  3. valeriacristina

    Grazie mille per il benvenuto!
    La lettura de Il Cadavere Impossibile è avvenuta per caso: una libreria, un tavolo affollato di titoli ed una copertina accattivante. Uno sguardo al risvolto di copertina, un paio di periodi rubati dalle pagine del libro ed è maturata la decisione di leggerlo. L’incrocio di generi che descrive l’autore è ben fatto, per esempio il gioco tra la descrizione dei luoghi (parte gotica del romanzo) e il crescendo dell’intreccio (parte del terrore) – la mia natura paurosa mi ha fatto fare un bel poco di salti dal divano durante la lettura … soprattutto di sera – , ma se sia un caso di Follet della Pampas o meno non lo so: non ho letto altro dello stesso autore e non ho mai letto Follet … non saprei fare quindi un paragone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: