Gerlando, stai attento che fra poco arrivano!!

lavori lana

Chi, cosa, perché???
Andiamo con ordine e ti spiego tutto. Lo vedi quel rendez vous colorato di azzurro? Si che lo vedi… e quelle innocenti aste di bianco vestite? Ferri, sono ferri e ci scommetto che vedi anche quelle. Si, va bene, adesso l’ammasso azzurrognolo è imparentato solo con l’essenza lanuginosa più informe al mondo, ma fra poco, giuro, avrà sembianze di qualcosa di mettibile, indossabile: un berretto per uno dei miei tre nipotini. Insomma io lo faccio e poi lui andrà a calzare la testolina di quello che avrà la circonferenza azzeccata. Si lo so che non si fa così ma voglio fare una sorpresa e non posso certo andarmene in giro a prendere misure ai tre mostriciattoli. Ma la cosa bella che volevo mostrarti sono i miei seppur lumacosi progressi e quindi, non tanto cogito ergo sum ma piuttosto sferruzzo ergo sum, e quindi sferruzza che sferruzza più che pensa o che rifletta la cosa va da sè: dopo il magico berrettino (che Dio me la mandi buona) sarà la volta dei tuoi tre amichetti di pezza (ehi, voi smemorati: guardate foto-dedica per liza), quelli che per intenderci ti avevo promesso. Sei contento o sei svenuto? Secondo me, a occhio e croce, sei svenuto…

  1. fangospaziale (Enrico Spedale)

    Ciao Lisa,

    mi ricordi quando mi ero proposto di diventare un provetto pizzaiolo; e impasta oggi impasta domani, mi veniva fuori di tutto fuorché una pizza. “Buona”, mi dicevano i commensali, “cos’è una lasagna porosa, una torta biscottata-salata, una crèpe panata?”. “Una mia invenzione rispondevo”, mentre dentro uno strano sentimento, a metà strada tra il pianto e la rabbia, mi contorceva l’intestino.

    L’importante, cara Lisa, e non mollare.

    Non è che potresti farmi un rivestimento in lana della mia fotocamera?

  2. fangospaziale (Enrico Spedale)

    Errata corige: “…è non mollare”.

  3. Ok, ero svenuto, mi hai beccato, ero svenuto.
    Mi fa impazzire la frase “sferruzzo ergo sum” e non solamente perché è esilarante, ma perché nasconde un cambio di prospettiva, anche nell’approccio filosofico.
    Spiego un po’ a tutti.
    Per il mio compleanno Iomeneandrei e Lisa mi hanno fatto un regalo straordinario: una rivista che si chiama: Make (fare, appunto – http://www.makezine.com/). Ed è proprio attraverso quello che facciamo che ci “riveliamo” (anche nel senso biblico del termine) al mondo.
    Nella preposizione cartesiana il pensiero (ed il dubbio di origine socratica) confermano l’esistenza dell’uomo.
    In un mondo come quello contemporaneo (contraddistinto dall’assenza di dubbi, ma dalla presenza di mille incertezze) il fare ci restituisce alla nostra dimensione più autentica.
    E, cara Lisa, il tuo fare (come quello di tuo marito), mi è particolarmente caro, perché è un “fare per gli altri”.
    E non c’è cosa più bella.
    Grazie.

    P.S.
    Se magari fotografi il “rendez vous colorato di azzurro” nella sua evoluzione e poi lo posti sarebbe molto gradito (ed ovviamente vorrei sapere il giudizio di tuo nipote…)

  4. lisa

    Grazie per l’incoraggiamento ma ti tranquillizzo: stai parlando con una che ha imparato a fare le crostate, la pasta fresca e quindi fare una pizza (o chi per lei) sarà come bere un bicchiere d’acqua (e considerando che a volte mi affogo semplicemente bevendone ti faccio intuire la percentuale di una eventuale riuscita…) al limite se non mi riesce con la farina e l’acqua ovvierò al problema facendola con la lana…uhm chissà che buon sapore avrà…
    a parte gli scherzi crescendo ho imparato a non avere alcuna remora nel lanciarmi in una nuova impresa. Il rischio di fallire lo metto sempre in conto ma almeno saprò che ci ho provato e che non tutto si riesce a fare, forse perchè non si è portati per quella data cosa.
    Parlo solo di quello di cui so che posso parlare, di quello che ho imparato a fare, perchè mi piaceva e mi divertiva, e in questo caso parlo di attività manuali. E per limite del mio carattere riesco ad affrontare le cose una alla volta…quindi prima il berretto per il nipotino, poi i tre amichetti di Gerlando e poi, dulcis in fundo, un rivestimento super per la tua fotocamera, così non avrà freddo nei mesi che verranno…

    buona giornata, mancato pizzaiolo

  5. gionni

    Lisa, quello che sto per fare è bieco e me ne vergogno molto… un amichetto di pezza lo vorrei anch’io! 🙂

  6. Gionni… tu hai già me…
    😉

  7. AHAHHAHAHAHAHHAHA

    Questo blog, lo devo chiudere, non si lavora più

    AHAHAHAHHAAH

  8. gionni

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!

  9. lisa

    ..e vada per l’evoluzione della massa azzurognola informe, Darwin è d’accordo…sul parere del nipotino aspettiamo di scoprire chi sarà il prescelto e soprattutto che abbia a che fare con concetti un pò più complessi dei suoi “cocò”…
    ma andiamo alle cose serie…
    Gerlando, come sempre mi hai stupito con effetti speciali e sono rimasta di stucco come un barbatrucco però, senti a me, mi ergo dalla mia sopita indignazione e sfodero il mio caldo consiglio: figliolo, cerca di fare chiarezza nei tuoi sentimenti perchè, lo sai, di amichetti di pezza, di quelli veri, ce n’è uno solo…

    a intenditore poche poche parole…

  10. Al limite se il berretto gli viene largo lo può sempre usare in futuro, se gli viene stretto… abbozzi e dici che un calzino…

    Lisa, mi è impossibile fare chiarezza nel “boschetto della fantasia” dei miei sentimenti, dove tutti i miei amichetti sono di pezza: so solo una cosa io sono l’orsetto che arriva per ultimo…
    a buon intenditore poche poche parole…

  11. lisa

    ok, va bene, ci siamo, siamo alla frutta…
    il mio voto per la chiusura del blog ce lo avete già in tasca…

    saluti al boschetto
    ADDIO

  12. gionni

    Sto già tirando giù la saracinesca!!!

  13. valeriacristina

    Lisa, … ma troverai il tempo per farmi le presine? Per non far torto a niente ed a nessuno … una a forma di violino ed una a forma di rana?

  14. lisa

    per te il tempo me lo invento…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: