25 Aprile 2008

 Buondì!

Rieccomi qui, a rallegrarvi (spero) con un’altra foto.             Si tratta di un arcobaleno doppio. Oggi sono buona e non vi tedierò con complicate spiegazioni fisiche descritte da impossibbili formule matematiche…ammiriamolo in tutta la sua semplice bellezza…

In questa giornata speciale, si potrebbero fare tanti bei discorsi sulla libertà…quella conquistata, quella negata, quella assaporata, quella data per scontato…ma mi limiterò a riportarvi ciò che disse Oscar Wilde:”L’uomo può essere completamente libero anche in carcere. La sua anima può essere libera. La sua personalità può essere serena. Può essere in pace.”

 

 

  1. Ciao Eleanor
    No, no… tediaci pure con le spiegazioni fisiche e le impossibli formule.
    Come diceva il mio maestro “la bellezza è nulla senza la matematica”…
    Per quanto attiene alla libertà ed alla frase di Wilde… non sono tanto d’accordo.
    Innanzitutto esistono molte libertà (non è un concetto univoco).
    Libertà, per me è possibilità di… e sopratutto come dice Mauro Dorato: Libertà è controllo.
    La mia impostazione culturale, mi dice anche (e so che non può piacere) che Libertà è innanzitutto libertà economica e sociale. E’ la base dalla quale si può aspirare a più alte libertà.

    Bella la foto!

  2. valeriacristina

    Bello … per la spiegazione fisica … facciamo un lavoro a quattro mani? ;¬)

  3. Eleanor

    Va bene, vi arriverà una spiegazione fisica a quattro mani e due cervelli…però dopo non vi lamentate…valeriacristina ed io siamo pericolose prese da sole, figuratevi in coppia!!!!!!!

  4. Eleanor

    Per Gerlando:

    Credo che Wilde volesse sottolineare la sensazione unica che si prova ad essere talmente in pace con se stessi e il mondo, dal poter essere liberi anche in carcere…è proprio una bella sensazione…

    Cos’è la libertà? Secondo me è il potersi esprimere come si vuole, ma con un’attenzione primaria a chi ci circonda, visto che viviamo in un contesto sociale e qualsiasi nostra azione si ripercuote sugli altri. Agire, parlare, scrivere, muoversi pensando in primo luogo se il nostro fare procura danno a qualcuno…la mia libertà finisce dove inizia quella del mio vicino, chiunque esso sia in quel momento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: